giovedì 10 marzo 2011

Pane siciliano morbido (con pasta madre)


Il pane siciliano va fatto rigorosamente con la semola rimacinata, o, se vi trovate in Germania, semplicemente con la semola di grano duro e pazienza quante volte è stata macinata. Oggi vi propongo un pane rustico ma morbidissimo e profumato, senza nemmeno tempi troppo lunghi di realizzazione, considerato che è a lievitazione naturale.
  • 200 g. di farina 0 (#550);
  • 100 g. di semola rimacinata di grano duro;
  • 100 g. di pasta madre pronta per il rinfresco;
  • 180 g. di acqua tiepida;
  • 8 g. di sale.
Sciogliete il lievito nell'acqua, aggiungete gradualmente la farina mista al sale, e impastate a velocità prima minima e poi media con la frusta a gancio, finché la pasta non incorda e si stacca dalle pareti della ciotola. Lasciate riposare un'ora e poi date al pane la forma di ciambella (basta stendere l'impasto sul piano infarinato e praticare un foro al centro, allargandolo via via). Mettete a lievitare in luogo tiepido per quattro ore, e poi cuocete in forno caldo prima a 210 e poi, dopo i primi cinque minuti, a 190º. Naturalmente, in Sicilia, ci vuole il sesamo... buono è buono, ma scegliete voi se volete farvi del male ritrovandolo dopo in giro per casa!

Nessun commento:

Posta un commento