Conchiglie al limone


Limoni, lumìe di Sicilia - colori del Sud, dei jardina (agrumeti) carichi di zagare e profumati frutti; bellissimo l'albero della varietà detta lunario, lumùni di luna, la cui fioritura segue i cicli lunari così che ogni pianta ha sempre, contemporaneamente, fiori e frutti a diversi stadi di maturazione. Oggi ve li propongo nella farcitura di questi biscottini di pastafrolla che si possono mangiare, se volete comprarli, nel paese di Palma di Montechiaro (AG); almeno da lì mi sono arrivati gli esemplari che prontamente ricopio e vi passo. La ricetta è mia filologica ricostruzione.
Sbattete per bene col mixer
  • 150 g. di burro ammorbidito,
  • 150 g. di zucchero a velo,
  • 2 bustine di vanillina,
  • 1 pizzico di sale,

fino a ottenere un composto chiaro e spumoso: è una fase importante, pena ritrovarsi con biscotti duri. Poi aggiungere gradualmente

  • 300 g. di farina 00 (#405) setacciata con
  • 1 pizzico di bicarbonato,
  • 1 cucchiaio di liquore zabaione (Eierlikoer),
  • 1 cucchiaio di rhum bianco,
  • 1 tuorlo d'uovo,
  • 40 g. di latte.

Per questa operazione sarà conveniente passare alle fruste a gancio. Quando avrete ottenuto una bella palla di pasta morbida ma non appiccicosa, potrete passare a formare le conchiglie: in mancanza di stampi, prelevate un pezzetto di pasta, appallottolatelo nel palmo della mano e schiacciatelo a dischetto; "pizzicate" il bordo con pollice e indice per dare la forma di patella, e poi con una forchettina schiacciate per rigare la superficie. I primi biscotti saranno brutti: e pazienza! Metteteli su carta forno e poi a cuocere a 180°, nel forno già caldo, per circa 20 minuti, o fino a doratura.

Quando saranno freddi potrete unirli a due a due con la farcitura, per cui occorrono

  • 250 g. di lemon curd.

Il lemon curd è una crema al limone di origine inglese. Io la compro, perché non la uso spesso, però posso indicarvi almeno due buone ricette per farla in casa; una è di Régine di Cookaround e la seconda di Francesca V. Spolverate di zucchero a velo.

Commenti

  1. benvenuta e complimenti per il tuo blog neonato, che presto diverrà un'ottima antologia di cucina siciliana
    In bocca al lupo!
    Michelangelo

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi