Knödelhupf alle ciliegie


Dolce austriaco... Solo una noterella: la pasta, per sua natura, non e' dolcissima, per cui abbiate cura di utilizzare ciliegie molto saporite, se no meglio quelle conservate o una bella cucchiaiata di marmellata. Cio' posto, da quelle parti ci sanno fare: si tratta di un'ottima brioche da colazione.
Da tenere in conto, inoltre, che il dolce una volta cotto deve riposare per una notte.
  • 500 g. di farina Manitoba (tipo 0, #550);
  • 20 g. di lievito fresco;
  • 250 ml. di latte tiepido;
  • 100 g. di zucchero;
  • 2 tuorli d'uovo;
  • 80 g. di burro ammorbidito;
  • 400 g. di ciliege fresche (in alternativa, 1 barattolo di amarene);
  • 200 g. di zucchero a velo;
  • 6 cucchiai di acquavite di ciliegie
Sbriciolate il lievito con un po' di farina, di latte e un cucchiaio di zucchero, formare un panetto molle e mettete da parte in un luogo tiepido, fino a quando non sara' raddoppiato di volume. Questo e' il Dampf, o preimpasto. Nel frattempo che fate la' inoperosi? Ci sono da lavare, asciugare e snocciolare le ciliegie... oppure, se usate le amarene in barattolo, bisogna farle scolare benissimo dal loro sciroppo.
Accendete il forno a180 gradi, imburrate ed infarinate uno stampo da Kugelhupf. Impastate il panetto lievitato con il resto della farina, dello zucchero e del latte, i tuorli d'uovo ed il burro in una massa omogenea ed elastica con cui formerete un rotolo. Adesso questo rotolo dovrete tagliarlo in circa trenta fette. Spianatele ad una ad una, mettete al centro le ciliege, richiudete a formare una pallina (Knödel); disponete le palline nello stampo, in due strati. Cuocete il dolce per circa un'ora sul ripiano piu' basso del forno, lasciate intiepidire cinque minuti nello stampo, poi sformatelo su una griglia e buonanotte: nel senso che se ne riparla domattina.
Non ci sara' piu' da faticare, pero': a questo punto non vi resta che da preparare una bella glassa con lo zucchero a velo e il liquore di ciliegia (nella foto e' stata aggiunta una goccia di colorante per ottenere un colore rosa) e versarla sul vostro Knödelhupf. E poi... un po' di pazienza, in attesa che si asciughi!

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi