Gâteau au Chocolat



Anche questa torta viene da una raccolta di ricette di cucina francese. Le sue caratteristiche, secondo il libro, sarebbero quelle tipiche del French homemade cake: dense, dark and delicious... Tipico o no, è davvero squisito, abbastanza diverso dalla solita torta al cioccolato "da merenda". Io ne ho preparato metà dose, per ragioni strategiche: quando si è in due, utilizzare uno stampo grande vuol dire che o la torta si finisce tutta nel giro di una sera (e non è consigliabile), o per tutta la settimana si mangia torta (ottima prospettiva, ma poi vai a chiudere la cerniera dei pantaloni). Senza contare che questa settimana il beneficiario sarebbe stato solo uno, cioè me, partito il gentile consorte per l'Illinois. Quindi ho dimezzato tutto per usare una teglia apribile da diciotto centimetri. Quella che segue è invece la dose completa, per stampo da ventiquattro:
  • 180 g. di zuccchero semolato fine, più un po' di zucchero per spolverare lo stampo;
  • 300 g. di cioccolato fondente al 60 %;
  • 180 g. di burro a pezzetti;
  • 2 cucchiai di estratto di vaniglia o 2 bustine di vanillina;
  • 5 uova separate;
  • 30 g. di farina 00 (#405), setacciata;
  • un pizzico di sale;
  • zucchero a velo per spolverare (e nella foto non risulta, perché...era finito).
Preliminari: accendere il forno e regolarlo a 160º, imburrare lo stampo e spolverarlo con un po' di zucchero scuotendo quello in eccesso. Ora passiamo all'azione. Mettete da parte tre cucchiai dello zucchero. A bagnomaria fate sciogliere il cioccolato, il burro e il resto dello zucchero; appena il tutto si è sciolto e non si vedono più i cristalli di zucchero, togliete il tegame dal calore, aggiungete la vaniglia e lasciate raffreddare.
Appena la miscela si è intiepidita, aggiungete uno alla volta i tuorli, amalgamandoli bene, poi la farina. Montate gli albumi prima a velocità moderata finché diventano schiumosi, poi aumentate la velocità aggiungendo il sale, e infine lo zucchero tenuto da parte, fino ad ottenere una meringa soda e lucida. Incorporate un terzo della meringa alla miscela di cioccolato, poi, quando questa si è alleggerita, aggiungere il resto, mescolando dal basso verso l'alto; però, dovesse restare qualche lieve traccia di albume, non fate i perfezionisti, meglio lasciarla perdere che "smontare" tutto compromettendo il risultato.
Versate la massa nello stampo preparato e battetelo per eliminare eventuali bolle d'aria. Cuocetelo per circa 35-40 minuti finché è ben sollevato e la superficie torna su se la toccate leggermente con la punta del dito (attenti alle scottature perché io rischio sempre grosso...). Se vi pare che il dolce si gonfi in modo non uniforme, lasciate passare 25 minuti circa e poi ruotatelo. Trasferitelo su una grata, rimuovete il bordo apribile della teglia e lasciate raffreddare completamente prima di togliere anche il fondo. Spolverate con zucchero a velo e servite con una bella cucchiaiata di panna, che io, devo confessare, ieri sera non ho avuto il coraggio di aggiungere facendo il calcolo delle calorie... non ve le dico che è meglio, qua dicono, was ich nicht weiss, macht mich nicht heiss (ciò che non so non mi turba)...

Commenti

  1. che buona il gateau me la mangerei tutta , baci!

    RispondiElimina
  2. Dev'essere buonissima!!
    Credo che te la copierò per il fine settimana!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi