Torta cioccolato e pere


Eh...peccato. La foto fa schifo, perché quella volta la torta è stata "aggredita" così in fretta che non ho avuto il tempo di scattarne una "giusta". Pazienza: la vostra sarà più bella.
Tempo di pere... ne ho appena comprate un po' dalla signora turca che vende la frutta migliore della città, e mi è venuto in mente di ripescare questa ricetta per il blog. Quelle che ho comprato io, invece, saranno utilizzate come natura le ha fatte, causa stanchezza estrema. Oggi non preparerei nemmeno minestrine, ad essere sincera.
Comunque, la torta in questione, in momenti normali, non è nulla di sovrumano. Da queste parti si classifica come Streuselkuchen, cioè una di quelle torte composte di una base di pasta frolla o pasta brioche, un ripieno di frutta o altro, e una copertura di briciole: per ogni stagione c'è lo Streuselkuchen adatto. Tra poco cominceranno a vedersi in giro quelli alle prugne, poi alle ciliege und so weiter.
Questa volta vi darò gli ingredienti a gruppi: sarà più semplice organizzare il da farsi.

1:
  • 65 g. di burro;
  • 70 g. di zucchero semolato;
  • 30 g. di fecola di patate;
  • 120 g. di farina 00 (#405);
  • 1 uovo;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 2 cucchiai di latte;
2:
  • 600 g. di pere (Williams, Abate);
  • 120 g. di zucchero, anche di canna (per esempio il Mascobado dà un buon sapore di caramello);
  • 350 g. di ricotta;
  • 50 g. di fecola;
  • 3 uova;
  • 50 ml. di latte;
  • 4 cucchiai di cacao amaro;
  • 3 cucchiai di rum;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 20 g. di gocce di cioccolato fondente.
3:
  • 45 g. di zucchero;
  • 45 g. di farina 00 (#405);
  • 45 g. di burro;
  • 45 g. di fecola;
(a parte): granella di nocciole.

Lavorate insieme gli ingredienti del gruppo (1), fino ad ottenere un impasto bricioloso e distribuitelo su carta forno in uno stampo a bordi alti da 26 centimetri. La granella spargetela sopra, prima di sistemarvi le pere tagliate a fettine. Con gli ingredienti del gruppo (2) preparate un composto liscio, senza grumi, e distribuitelo sulle pere. Infine, con gli ingredienti del gruppo (3) fate ancora delle briciole, aggiungete dell'altra granella di nocciole e spargete il tutto sul dolce. Cuocete in forno preriscaldato a 190º per un'ora circa. Poi, spolverate con zucchero a velo. Niente fretta: questa torta va mangiata fredda, non "da frigo" , ma fredda, perché se la assaggiate tiepida vi sembrerà che non sia dolce abbastanza, per poi ricredervi dopo qualche ora come ha fatto mio fratello, noto ipercritico, che poi fu tra i responsabili principali della sparizione rapidissima della torta, di cui vi raccontavo...

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi