Bratapfelkuchen


La mela al forno ripiena di marzapane e uvetta, alias Bratapfel, è un classico natalizio qui in Germania, da sola o in forma di torta: rivestita cioè di una morbida pasta profumata alla cannella e mandorle. Ecco qua la ricetta per un bel Bratapfelkuchen per dodici porzioni, assolutamente da esportare perché delizioso. Però ci vuole il marzapane "giusto", cioè quello con un elevato quantitativo di mandorle: ad usare quello eccessivamente zuccherato - palermitani e siciliani in genere capiranno di cosa parlo - il risultato finale non ci guadagna per aroma e sapore. Fatta questa premessa, il Bratapfelkuchen io lo preparo così...
  • 120 g. di margarina;
  • 100 g. di zucchero;
  • 1 bustina di vanillina o 1 cucchiaio di zucchero con vaniglia;
  • un pizzico di sale;
  • 3 uova;
  • 200 g. di farina;
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci;
  • 2 cucchiai di latte o liquore Amaretto;
  • 1/2 cucchiaino di buccia grattugiata di limone;
  • 1/2 cucchiaino di cannella;
  • alcune gocce di estratto di mandorla amara;
  • 100 g. di marzapane;
  • 60 g. di uvetta;
  • 2 cucchiai di zucchero di canna;
  • 2 cucchiai di mandorle tritate;
  • 8 mele piccole o 1 grossa.
Naturalmente tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente. Prepariamo una base lavorando a crema la margarina con lo zucchero, il sale e gli aromi, e aggiungiamo ad uno ad uno le uova, terminando con il latte o il liquore. Setacciamo la farina col lievito e li aggiungiamo all'impasto. Poi mescoliamo il marzapane a pezzetti piccoli con lo zucchero di canna e le mandorle; ne mescoliamo all'impasto 50 grammi e usiamo il resto per farcire le mele, riempiendo la cavità che resta dopo che avremo estratto il torsolo. Se usiamo mele più grosse, le taglieremo a quarti, sistemando un po' di composto di mandorle nell'incavo di ogni pezzo.
Versiamo adesso l'impasto in uno stampo apribile da 26 cm., vi sistemiamo dentro le mele o i pezzi di mela con la loro farcia e spargiamo sulla superficie del dolce eventuali resti di marzapane e uvetta, completando con un po' di zucchero e cannella. Lasciamo cuocere un'ora in forno caldo a 180°: se si scurisce troppo, la torta andrà coperta con stagnola dopo i primi 40 minuti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi