Il biscotto più frollo del mondo

Una vera scoperta! a casa mia ormai questo biscotto è noto come l'Arcifrollo, scritto maiuscolo, e senz'altro bisogno di precisazione! Attenti che sono pericolosi: uno non basta, e il rischio è di ripulire la biscottiera in pochi minuti.
Da dove vengano non lo so. Annika, che segnala la ricetta su Chefkoch.de (promettendo, non a caso, Unheimlich mürbe Zitrus-Plätzchen, cioè biscotti al limone maledettamente frolli...) sospetta che si tratti di dolcetti armeni, perché armena era la famiglia della persona da cui ha imparato a prepararli. Ma qua ci perdiamo... perché le frolle sono una specie di jolly della pasticceria levantina, si trovano dappertutto dalla Grecia all'Arabia e si somigliano sempre. 
E chi se ne frega, questi sono eccezionali, le curiosità "filologiche" ce le teniamo e passiamo al sodo! La ricetta originale va a tazze, io vi risparmio la noia e "converto" per voi in misure più abituali. Ne vengono fuori una quarantina, anzi si è verificato un caso interessante: li ho preparati il giorno del mio compleanno ed erano esattamente trentotto, corrispondenti alla mia età, manco a farlo apposta!
  • 120 g. di burro;
  • 125 ml. di olio;
  • 100 g. di zucchero;
  • 125 ml. di latte;
  • Succo di un limone;
  • 65 g. di farina di mais o semolino fine;
  • 1 cucchiaino di buccia d'arancia grattugiata;
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci;
  • 350 g. di farina.
Riscaldate il forno a 180 gradi. Impastate tutti gli ingredienti in una pasta morbida, se necessario aggiungendo un po' di farina, ma piano piano. Rapidità garantita, la pasta non si appiccica e non ha bisogno di riposo, e modellarla in palline sarà un gioco da ragazzi. Devono essere delle dimensioni d'una noce, durante la cottura cresceranno, ma pochino. 
Cuocete i biscotti per circa 20 minuti: non devono scurirsi, capirete che sono pronti quando solo la base sarà dorata. Lasciateli raffreddare sulla grata e intanto preparate lo sciroppo, per il quale stavolta usare gli ingredienti a tazze non sarà un problema:
  • 1 tazza di zucchero,
  • 1/2 tazza d'acqua,
  • 1 cucchiaino di miele,
  • 1 cucchiaino di buccia grattugiata di limone.
Fate sciogliere lo zucchero nell'acqua, e riscaldate o sciroppo con il miele e il limone, mescolandolo spesso finché bolle. Immergete nello sciroppo tre biscotti per volta, voltandoli rapidamente per rivestirli; lasciateli sgocciolare sulla grata e continuate con tutti gli altri. Anche se vengono "bagnati", i biscotti non sarano affatto appiccicosi: l'importante è essere molto rapidi, non devono restare nello sciroppo più di qualche secondo. Si asciugano in fretta: niente gocciolamenti e niente residui, pronti per essere conservati nella biscottiera, dove resteranno fragranti per molti giorni. Occhio alle briciole!


Commenti

  1. Ciao ANTONELLA mi offri un biscottino ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi