American Pancakes (di Re Artù)

Ben ritrovati! non c'è che dire, è un periodaccio, è non si sa da quanto che non inserisco ricette... Ed era da un sacco che non preparavo più i pancakes, a dirla tutta da quando stavo in California. È perché sono roba da colazione, e per quelle giornate in cui si può farla in tutta calma. Cioè proprio quelle in cui, qui in Europa, la colazione vado a farla fuori, perché di mettere mano ai fornelli e lavare roba di buon mattino non ho la minima voglia.
Di recente però ho rispolverato la ricetta per la gioia di fratello e cognata che ci hanno aggiunto il tocco londinese: cioè la melassa o golden syrup. Una scoperta!!! Almeno per me che ero sempre andata sul tradizionale, come nei fumetti di Paperino: con lo sciroppo d'acero e possibilmente i mirtilli. Resta da dire dove ho imparato: dall'infallibile team della King Arthur Flour. La ricetta è contrassegnata come Simply Perfect Pancakes, con americanissimo entusiasmo, ed hanno ragione, sono facili e morbidi, leggeri e si fanno fuori in un attimo, il che bisogna ammettere è un lato negativo! Con queste dosi ne riescono una dozzina.
  • 2 uova L;
  • 280 g. di latte*;
  • 40 g. di burro fuso o olio vegetale;
  • 185 g. di farina 0 (#550, nell'originale all purpose);
  • un pizzico di sale;
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci;
  • 25 g. di zucchero.
*Occhio! Usare 250 g. di latte se l'ambiente è caldo-umido, oppure se volete lasciare riposare l'impastoper più di un quarto d'ora. In un ambiente freddo-secco aggiungete latte fino a un massimo di 280 g.

1. Sbattete uova e latte per 3 minuti alla massima velocità fino ad ottenere un liquido schiumoso. Aggiungete il burro fuso.
2. Unite con delicatezza, ma rapidamente, la farina ben "mischiata" con gli altri ingredienti asciutti e lasciate riposare l'impasto per un quarto d'ora. Diventerà più denso. Intanto riscaldate la piastra e ungetela leggermente. Quando una goccia d'acqua cadendoci sopra evapora subito, vuol dire che è pronta.
3. Fate cadere l'impasto a grosse cucchiaiate. Si formeranno delle bolle. Lasciate cuocere 2 minuti, poi voltate il pancake e continuate ancora per un minuto. Ecco pronto, e vai con lo sciroppo.

La ricetta si presta anche a delle varianti. Eccole qua insieme ad altri consigli della King Arthur.
- Potete preparare delle gaufres sostituendo 2 cucchiai del latte con un uguale quantitativo di burro o olio.
- Una mela grattugiata aggiunta all'impasto mantiene morbidi i pancake se per qualche ragione dovete prepararli in anticipo.
- Per fare i pancake ai mirtilli spargete i frutti freschi o scongelati direttamente sul pancake che cuoce. A meno che non li vogliate blu... in questo caso li potete aggiungere all'impasto, sapendo però che l'estetica ne risente!

Commenti

  1. buonissimi i pancakes!!! una delle mie cose preferite in america! i tuoi hanno un ottimo aspetto! davvero golosi!

    volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    da poco ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!

    a presto,
    Michela

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi