Caribbean Rum Cake

No... non è per bambini, non c'è che dire. E meno male che io i diciotto li ho compiuti già da un pezzo perché questa qui è troppo buona! Come dite? una ciambella come un'altra? e no, perché questa è compatta, liquorosa, vanigliosa e nello stesso tempo straordinariamente soffice. Con questa ricetta quelli della King Arthur Flour hanno riprodotto il rum cake giamaicano. Niente di meglio... to get high.
Avvertenza... Si prepara il giorno prima!

Base
  • 240 g. di farina 0;
  • 280 g. di zucchero;
  • 110 g. di burro morbido;
  • 100 g. di preparato per budino alla vaniglia o amido;
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci;
  • un cucchiaino di sale;
  • 110 g. di olio vegetale;
  • 110 g. di latte;
  • una bustina di zuccheor con vaniglia o 2 cucchiaini di estratto di vaniglia;
  • 4 uova L;
  • 110 g. di rhum, bianco o scuro;
  • 60 g. di noci pecan macinate, per spolverare lo stampo
Se le noci pecan non ce le avete, fa niente, usate le nocciole!
La preparazione è rapida che più non si può. Riscaldate il forno a 160 gradi, ungete uno stampo da ciambella tipo Bundt cake e spolverate le pareti con le noci macinate. Mettete da parte.
Mettete tutti gli ingredienti tranne rum e vaniglia nella ciotola dell'impastatrice e montate a media velocità per due minuti. (Dopo un minuto, "raschiate" l'impasto dalle pareti con la spatola perché non restino grumi, è importante). Aggiungete rum e vaniglia e lavorate l'impasto ancora per un minuto. Versate nello stampo e via in forno. Non so se mi spiego, tre minuti tre di preparazione!
Cuocete  da 50 a 55 minuti, testando la cottura con uno spiedino. Lasciate intiepidire nello stampo (non tirate fuori il dolce!) intanto che preparate lo sciroppo, con:
  • 80 g. di burro;
  • 60 g. di acqua;
  • 150 g. di zucchero;
  • 110 g. di rhum;
  • 1/2 cucchiaino d'estratto di vaniglia o uno di zucchero con vaniglia.
Riscaldate tutti gli ingredienti tranne la vaniglia; appena il liquido bolle, abbassate il calore e lasciate sobbollire 5-8 minuti, si restringerà leggermente. A questo punto togliete dal fornello e aggiungete la vaniglia. Versate 1/4 dello sciroppo sul dolce dentro allo stampo, lasciate assorbire e poi ripetete l'operazione fino ad usarlo tutto. Coprite con pellicola e lasciate da parte per una notte. Al momento di servire capovolgete il dolce, si staccherà facilmente. Potete aggiungere una glassatura di cioccolato alla nocciola, ma non è necessario. Servite con caffé caldo o té.

Commenti

  1. Dev'essere molto buono, interessante poi l'utilizzo del preparato di budino al posto dell'amido lo devo tenere a mente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa del preparato va fortissima nelle ricette americane e tedesche, ma non è necessario, se vedi di cosa è fatto il budino capisci che amido + un bel quantitativo di vaniglia va bene lo stesso! sperimentato e funziona. naturalmente parlo del preparato bio, quello delle marche convenzionali ha tanti di quegli additivi... ;)

      Elimina
  2. ma che buono! questo lo salvo per copiarlo, anche se so già avrò il panico "da sformata"...quando devo togliere dai contenitori i dolci....mi innervosisco sempre... un bacio e grazie!

    RispondiElimina
  3. Cara Antonella, molti complimenti per il tuo bellissimo blog! Vogliamo invitarti a conoscere un nuovo modo di divulgare, condividere e cercare ricette on line. Viaggia fra le più belle immagini food italiane, in un portale da mangiare con gli occhi...

    Abbiamo centinaia di foodbloggers fra i nostri utenti, il tuo blog è molto bello e potrebbe far parte del nostro socialfood!

    Visita adesso http://www.foodlookers.it

    Lo staff Foodlookers

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi