Plum-cake allo yoghurt



...particolarmente soffice, come quelli in commercio; e che si conserva molto bene anche per tre giorni, se lo avvolgete in pellicola. 
La ricetta ce l'ho da molto tempo e non saprei più da dove viene! A seguire le dosi per uno stampo da plumcake piccolo (22x10) o per uno formato standard (25x12, credo; che poi si tratta solo di raddoppiare o dimezzare).

Zucchero, 90 g.                180 g.
Farina 00, 90 g.                180 g.
Amido per dolci, 30 g.       60 g.
Olio vegetale, 60 g.          120 g.
Yoghurt, 125 g.                 250 g.   (a temperatura ambiente)
Lievito per dolci, 10 g.       2 bustine
Uova, 2 (M, ca. 80 g.)        4 (M)

Un pizzico di sale, vaniglia e buccia grattugiata di limone in entrambi i casi!

Montare le uova intere con lo zucchero, il sale e gli aromi. Aggiungere lo yoghurt, a bassissima velocità se con la planetaria, o a mano, e a seguire la farina setacciata con l'amido e il lievito. Terminare versando l'olio a filo. Con la dovuta delicatezza il composto non si smonta molto. Versare nello stampo imburrato e infarinato e cuocere... a quanto, posso dirvelo io- 180 gradi; per quanto, lo decide il vostro forno; sono circa 40 minuti, con il test dello stecco assolutamente imprescindibile perché il plumcake è traditore, nel senso che tante volte sembra ben gonfio e pimpante, e invece poi è crudo e parte la fase dell'arrabbiatura. Quello della foto ci ha provato, complice il forno che aspetta pazientemente il pensionamento, ma io sono più furba di lui. Uscito asciutto lo stecco,  tutto a posto; dopo il primo quarto d'ora facciamo raffreddare il dolce su una gratella, e poi ci aspettano colazioni che quelli della premiata ditta... avete capito quale, nemmeno si sognano.

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi