Ice-cream sandwich ai frutti di bosco

Sempre a proposito dei quasi quaranta gradi in cucina, che adesso per fortuna non ci sono più... qualche giorno fa ho tirato fuori tutto il repertorio dei gelati. Per gli amanti del frozen yoghurt come me ecco una chicca che arriva dalla King Arthur Flour ( e sì, perché mica si occupano solo di farina, i nostri eroi). Cioè, la ricetta base arriva da loro, l'arrangiamento da me.
Se avete pazienza potete preparare questo gelato utilizzando yoghurt magro (1.5% o 2% di grassi). In questo caso ve ne servirà molto di più, e sarà necessario partire la sera prima per colarlo a dovere.  Di questo procedimento non saprei dirvi, perché non l'ho mai usato, preferisco la scorciatoia che gli autori della ricetta segnalano, e cioè utilizzare lo yoghurt greco compatto (anche quello non "serio", cioè al 2% o addirittura allo 0%; purché non fluido).
Quindi:
per il "frozen yoghurt"
  •  Yoghurt greco o "greek style", 500 g. di; o yoghurt magro, 900 g. (da lasciare colare per tutta la notte su una mussolina o garza);
  • Zucchero fine, 80 g.;
  • Miele fluido o sciroppo d'agave, 40 g.;
  • 2-3 cucchiaini di estratto di vaniglia, oppure semi di una bacca lasciati in infusione in una mezza tazzina di latte caldo (ovviamente lo versate dopo che si è raffreddato!)
Il tutto nella gelatiera, e via. Qualche minuto prima di tirar fuori il cestello aggiungete
  • 3 cucchiai di un liquore a scelta
 e continuate a mantecare. Questo è il segreto perché il gelato (di qualsiasi tipo) non diventi una pietra, una volta messo in freezer, lasciandovi là a chiedervi perché non siete andati a comprarvelo, ché oltretutto si sporca di meno.
Una volta che abbiamo il gelato, passiamo al resto. Per questi sandwich uso dei biscotti soffici... importandoli dal Giappone, cioè quelli per i dorayaki. La ricetta eccola qua.
Inoltre servirà
  • 1 tazza di marmellata di frutti di bosco.
Homemade è meglio! La mia era more, lamponi e altra roba brandeburghese... I sandwich si assemblano assai facilmente: si spalma un biscotto di marmellata, si appoggia su pellicola e si posiziona su di esso una cucchiaiata abbondante di yoghurt gelato. Si ricopre premendo leggermente con un altro biscotto sempre spalmato di marmellata (lato marmellata all'ingiù, si capisce) e si richiude con la pellicola. Subito in freezer perché si mantenga la forma, ed è fatta; dopo un'oretta saranno pronti da servire.
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi