Palatschinken all'ungherese


Premesso che per le foto son tempi di magra... e quindi non rendo l'idea, in Ungheria le crèpes le fanno così. A metà strada tra quelle sottilissime alla francese e quelle a frittatina tedesche - le Pfannkuchen che pure hanno decisamente il loro perché -,  e le chiamano Palacsinta. Qui e in altre zone austroungariche dette Palatschinken. Ricetta comodissima che mi giunge da Chefkoch.de - perfette con la marmellata, non sanno d'uovo, e rapidissime da fare. Ne riescono una decina.
  • Uova, 2;
  • Farina 00 (#405), 150 g.;
  • Zucchero, 1 cucchiaio;
  • Latte, 300 ml.;
  • Acqua minerale gassata, 100 ml.;
  • Un pizzico di sale;
  • Una bustina di zucchero vanigliato.
Mettere la farina in una ciotola alta e aggiungere gradatamente un po' di latte perché non si formino grumi, continuando con il resto degli ingredienti fino a ottenere una pastella fluida ma non liquida. Lasciare riposare 10 minuti e poi procedere alla cottura sulla piastra da crèpes leggermente unta, a calore moderato. Basta un mestolino di pastella al centro della piastra; muovendola, l'impasto si distribuirà su tutta la superficie senza problemi.
Si servono con marmellata, gelato (nella foto, brutta quanto volete ma pazienza, frutti di bosco e vaniglia!) oppure nella versione detta Gundel-Palacsinta, con una farcia di noci e cioccolato sulla quale mi sono proposta di approfondire, in vista dei rigori dell'inverno...

Commenti

  1. Anche nei paesi dell'ex Jugoslavia sono così...le adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io... la prima volta le ho prese in Austria al ristorante ungherese. il problema è che uno poi non riesce a decidere: qual è la variante nazionale più buona? :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi