lunedì 30 settembre 2013

Palatschinken all'ungherese


Premesso che per le foto son tempi di magra... e quindi non rendo l'idea, in Ungheria le crèpes le fanno così. A metà strada tra quelle sottilissime alla francese e quelle a frittatina tedesche - le Pfannkuchen che pure hanno decisamente il loro perché -,  e le chiamano Palacsinta. Qui e in altre zone austroungariche dette Palatschinken. Ricetta comodissima che mi giunge da Chefkoch.de - perfette con la marmellata, non sanno d'uovo, e rapidissime da fare. Ne riescono una decina.
  • Uova, 2;
  • Farina 00 (#405), 150 g.;
  • Zucchero, 1 cucchiaio;
  • Latte, 300 ml.;
  • Acqua minerale gassata, 100 ml.;
  • Un pizzico di sale;
  • Una bustina di zucchero vanigliato.
Mettere la farina in una ciotola alta e aggiungere gradatamente un po' di latte perché non si formino grumi, continuando con il resto degli ingredienti fino a ottenere una pastella fluida ma non liquida. Lasciare riposare 10 minuti e poi procedere alla cottura sulla piastra da crèpes leggermente unta, a calore moderato. Basta un mestolino di pastella al centro della piastra; muovendola, l'impasto si distribuirà su tutta la superficie senza problemi.
Si servono con marmellata, gelato (nella foto, brutta quanto volete ma pazienza, frutti di bosco e vaniglia!) oppure nella versione detta Gundel-Palacsinta, con una farcia di noci e cioccolato sulla quale mi sono proposta di approfondire, in vista dei rigori dell'inverno...

2 commenti:

  1. Anche nei paesi dell'ex Jugoslavia sono così...le adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io... la prima volta le ho prese in Austria al ristorante ungherese. il problema è che uno poi non riesce a decidere: qual è la variante nazionale più buona? :)

      Elimina

Mousse di cocco e vaniglia con frutta esotica (e ingrediente segreto)

Aridaje coi budini, sì? e quindi è meglio se questo lo facciamo precedere da quattro informazioni in più, anche se magari siete capit...