Wismaraner


Se qualcuno andasse a Wismar... graziosa città del nord della Germania e patrimonio dell'Unesco, non si perda il Café Glücklich. Una trouvaille: non vi descrivo la meraviglia di dolci fatti in casa, con il sapore delle cose semplici e "fatte bene" e nemmeno la simpatia di chi ci lavora.
Dopo un paio di giorni da turisti siamo rimasti dipendenti dai biscottini che in questo posto servono con le bevande. Nessuna particolare creazione, semplice pasta da ciambella al cioccolato in piniporzioni, ma... buoni!!! che fanno sentire glücklich, ovverossia davvero contenti, nel vero senso della parola. Ci mancavano tanto che... eccoli taroccati. Se volete cuocere l'impasto a uso torta o ciambella, vista la noia dell'operazione di riempimento dei pirottini, mica lo impedisce nessuno; ma questi piccoli Wismaraner, come li chiamiamo noi da quella volta, sono così carini accanto a una tazza di... qualcosa, che vi faranno voler bene dagli ospiti.
  • 120 g. di burro morbido;
  • 120 g. di farina 00;
  • 120 g. di zucchero;
  • 4 cucchiai di latte;
  • 2 uova M;
  • un pizzico di sale;
  • 50 g. di cacao al 100% (qui Valrhona, costa come polvere d'oro, ma c'è un perché)
  • mezzo cucchiaino di caffé macinato (non si sente, ma aiuta il lato cioccolatoso della situazione)
  • 12 g. di lievito per dolci.
Sbattete a schiuma uova e zucchero. Quando la massa è ben montata agigungete gradatamente il burro alternando con la farina setacciata col lievito, il cacao misto al caffé e il latte.
Lasciate riposare l'impasto per almeno un'ora a temperatura ambiente o una notte in frigo. Riempite piccoli pirottini da pralina con 1-2 cucchiaini di impasto ("giusto una macchia", diceva la ragazza del locale a Wismar, a me verrebbe da dire, "uno sputo", non fosse che non si addice al luogo) e cuocete a 180 gradi per circa 15-20 minuti. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi