Pasticcini "choco-coco"

La bravissima Sandra Avital (Le Pétrin) mi ha fatto conoscere questi graziosi e non particolarmente complessi pasticcini che faranno felici gli amanti del celebre Bounty. La ricetta, dice, non è sua, ma in ogni caso merci a Sandra, che oltretutto ha foto molto più belle delle mie, ed eccola divulgata per le italiche cucine. 


Base di biscotto al cioccolato:
  •  Cioccolato fondente almeno al 60%, 80 g.
  • Burro a temperatura ambiente, 80g.
  • Zucchero, 70g.
  • Uovo M, 1;
  • Farina 00 (#405), 150g;
  • Cacao amaro, 2 cucchiai.
Il forno lo riscaldiamo a 180 gradi. Preparare una teglia rettangolare da 12x22 cm. o una quadrata da 22 cm. e foderarla di cartaforno. Per un risultato più sottile usate una teglia da 16x26 cm.
Fate fondere il cioccolato a bagnomaria e mettete da parte. Intanto che si intiepidisce lavorate a crema il burro a pezzetti. Aggiungete lo zucchero continuando a montare, poi il cioccolato fuso e l'uovo leggermente sbattuto. Setacciate direttamente sulla crema la farina e il cacao e mescolate finché la pasta sarà omogenea. Tenete conto che comunque resterà spessa e granulosa. Versatela nella teglia e pressatela con le mani a uno spessore il più uniforme possibile. Infornate e cuocete circa 15 minuti, finché la pasta sarà solida al tocco. Mettete da parte.

Ripieno al cocco:
  • Cocco râpé, 200g. (225 nell'originale; io trovo il cocco in buste da 200 g. e mi va bene così);
  • Latte condensato zuccherato, 400 g.;
  • Uova M, 2.
Sbattere sommariamente le uova e aggiungere il latte condensato e in ultimo il cocco. Ottenuta una crema omogenea, versatela sulla base di biscotto cotta. Infornate e lasciate cuocere 25 minuti, finché la crema non diventa leggermente dorata.

Glassa al cioccolato:
  • Burro, 50 g.;
  • Cioccolato fondente al 60%, 150 g.
Fate fondere il burro a calore moderato, aggiungete il cioccolato grossolanamente spezzettato fino a che la miscela sarà liscia e lucente. Versate sul dolce e lisciate con una spatola. Mettete in frigo e lasciate solidificare almeno per mezz'ora prima di tagliarlo a cubetti. Siccome piccole porzioni sono già più che soddisfacenti, ne otterrete molte e questa ricetta vi tornerà utile in caso di buffets e feste (infatti la foto si riferisce all'annuale festa natalizia con i colleghi di Herr Doktor-Doktor).

Commenti

  1. L'avevo giá visto in giro, ma non l'ho mai riproposto, eppure qui siamo amanti di cioccolato e cocco.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi