Maple-Walnut Biscotti (di Re Artù)


La presenza in casa di un bel sacco di noci, provenienti dall'Italia, che vanno fatte fuori prima che venga la primavera portando con sé temperature troppo alte per conservarle senza rischiare di trovarci sorprese, unita a una certa qual voglia di biscotti nel senso americano del termine mi hanno portata di recente a spulciare l'archivio della King Arthur alla ricerca di qualche idea. E figuriamoci se non ce l'avevano: e geniale, perché le noci con lo sciroppo d'acero vanno a nozze.
Unico problema: sarebbe meglio usare lo sciroppo di grado B, che non si trova facilmente. Mi pare di capir che non si esporta. La scelta resta quindi tra il comune sciroppo grado A e il grado C... che costa un accidente. Con il primo, il sapore si avverte meno (ma resta comunque). Quelli della KA consigliano inoltre il maple flavour - da acquistarsi da loro... It´s business, darling!
Con questa ricetta vengono fuori 36 biscottoni.
 
  • Noci, tostate e grossolanamente tritate, 200 g.;
  • Uova M, 2; 
  • Zucchero semolato, 100 g.;
  • Zucchero di canna, 100 g.;
  • Sciroppo d'acero puro, 80 g. + 2 cucchiai per spennellare;
  • Burro fuso, 75 g.
  • Farina per tutti gli usi, 300 g.;
  • Sale, 1/2 cucchiaino;
  • Lievito per dolci, 1 cucchiaino.

1. Riscaldate il forno a 175 gradi e preparate una teglia rivestita di carta forno. Se non lo avete fatto prima, tostate le noci salandole leggermente per 10 minuti.
2. Montate le uova intere con lo zucchero dei due tipi e lo sciroppo d'acero.
3. Aggiungete il burro fuso continuando a lavorare l'impasto fino a che si amalgama perfettamente.
4.incorporate la farina setacciata con il sale e il lievito, poi le noci.
5. Dividete la massa in due e formate due rettangoli, larghi circa 12 cm. e spessi 2, con le mani bagnate. Spennellate ogni rettangolo con un cucchiaio di sciroppo d'acero.
6. Cuocete per mezz'ora, lasciate raffreddare almeno 10 minuti e tagliate poi in tante fette, spesse un paio di centimetri. Posizionatele di nuovo sulla teglia e fatele cuocere ancora una ventina di minuti, fino a che i margini tagliati inizieranno a scurirsi. Se avete a disposizione teglie abbastanza larghe, potete posizionare le fette in piedi, ben distanziate tra loro. e si asciugheranno perfettamente; altrimenti dovrete girarle a metà cottura. Lasciatele raffreddare direttamente nella teglia.

.

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi