mercoledì 27 agosto 2014

Cornetti brioche con impasto allo yoghurt (lievitazione naturale)


Buonissime brioches a cui la foto non rende giustizia. Alla prossima volta... Con queste dosi vengono fuori otto pezzi grandi. Ho conosciuto la ricetta per la prima volta qui, e devo alle autrici i consigli per utilizzare il levito madre e il trucco geniale di usare lo yoghurt alla vaniglia.
  • 90 g. di pasta madre vispa
  • 290 g. di farina 0 (#550)
  • 100 g. di acqua
  • 100 g. di yoghurt alla vaniglia
  • 60 g. di zucchero
  • 30 g. di uovo intero (da uovo medio di 60 g.); sbattere, pesare e dividere a metà
  • 5 g. di sale
in più: 75 g. di burro per sfogliare
uovo per spennellare

Nell'impastatrice sciogliere il lievito con l'acqua e unire  l'uovo, lo zucchero, lo yoghurt e un cucchiaio di farina perché l'impasto inizi ad incordare. Aggiungere piano piano il resto della farina e impastare per una decina di minuti. Il sale va aggiunto alla fine. Formare a boccia e lasciare lievitare 2 ore a temperatura ambiente e poi in frigo per tutta la notte. 
Togliere dal frigo e riportare a temperatura ambiente (un'ora basta). Stendere la pasta e lavorare a sfoglia con i 75 grammi di burro; sarà anche più semplice del solito perché il quantitativo è moderato.  Dare alla sfoglia i normali tre giri con un riposo in frigo tra l'uno e l'altro. Al termine stendere a 1 cm. di spessore, tagliare e formare dei cornetti come si fa per i croissant. Lasciare lievitare sei ore, poi spennellare di uovo e cuocere a 180 gradi per 12-15 minuti.
Queste brioche si lasciano congelare perfettamente, non appena raffreddate. Tolte dal freezer alla sera, e passate in forno caldo al mattino, saranno come appena fatte.

2 commenti:

  1. i cornetti sono un po' il mio tallone d'Achille ma prima o poi riusciro' a farli belli e buoni come te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi sono facili, prova, semplicemente non li fare se in casa c'e'caldo!

      Elimina

Mousse di cocco e vaniglia con frutta esotica (e ingrediente segreto)

Aridaje coi budini, sì? e quindi è meglio se questo lo facciamo precedere da quattro informazioni in più, anche se magari siete capit...