Torta di lamponi al sambuco di Matthew Evans


... un australiano, la ricetta è uscita nel 2012 su una rivista dal titolo Feast. Se avete la possibilità di trovare dello sciroppo di fiori di sambuco (in Germania sono comunissimi e io me lo preparo in casa) non ve la perdete. È facile e va bene per colazione da sola, o per dessert accompagnata con panna, yoghurt greco o altra crema, e frutta.

  • 125 g. di burro a t.a.
  • 200 g. di zucchero
  • 3 uova
  • buccia grattugiata di mezzo limone
  • 200 g. di farina
  • 2 cucchiaini e 1/2 di lievito per dolci
  • 200 g. di yoghurt naturale
  • 120 g. di lamponi
  • 80 ml. di sciroppo di fiori di sambuco, oppure 
  • 165 g. di zucchero
  • 80 ml. di acqua
  • il succo del limone di cui sopra
  • 1 cucchiaio abbondante di liquore di fiori di sambuco
Ungere e infarinare uno stampo rotondo da 20 cm. (base e pareti). Montare bene burro e zucchero, poi incorporare le uova una per volta, niente panico se si formano "fiocchetti" perché poi la massa torna a posto da sé. Aggiungere delicatamente la buccia del limone e la farina alternando con lo yoghurt. Con una spatola versare questo impasto nello stampo, cuocere a 180 gradi per 45 minuti o fino a completa doratura e a superamento della prova-stecchino. 

 Nel frattempo, se non avete lo sciroppo, preparatevelo con acqua, succo di limone e zucchero: riscaldare e lasciare sobbollire per 5 minuti, poi aggiungere a fiamma spenta il liquore di sambuco. Se Pungere con uno stecchino il dolce appena uscito dal forno (Matthew Evans dice trenta volte, ma mi piace pensare che se sono 31 o 29 non cambi poi tanto). Con un cucchiaio versare lo sciroppo piano piano sulla torta, così che s'imbeva per benino. Lasciare raffreddare prima di servire.

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi