Budino bianco ai mirtilli


Si diceva di budini? E questo è uno di quelli proprio buoni, con un unico difetto: le porzioni, se vi attenete alla ricetta di Elle à table, sono per gente di classe, cioè Lillipuziane.
Siccome io non sono una persona fine, almeno non quando mi siedo a tavola, la cosa un po' mi infastidisce e raddoppio volentieri.

A parte questo, si tratta di una di quelle preparazioni che talvolta sono classificate come panna cotta allo yogurt, e qui io invece non voglio prendervi in giro: non è panna cotta, per quella - lo dice la parola stessa, diceva la mia maestra delle elementari - ci vuole la panna, punto e basta. E pazienza se è "pesante". La consistenza è simile, ma è un'altra cosa, e soprattutto non è una variante consolatoria per gente che vuol star leggera: è un budino buonissimo che merita di essere considerato per conto suo!

Dose per 4 budini-ini.

  • Yoghurt greco serio (10% di grassi), 300 g.
  • Latte intero, 200 g.
  • Miele di acacia, 2 cucchiai e 1/2
  • Gelatina, 2 fogli e 1/2
  • Semi di mezza bacca di vaniglia
  • 2 cucchiai di acqua fior d'arancio
  • Liquore alla vaniglia (Galliano o Naven), 2 cucchiai
In più:
  • Mirtilli, 500 g.
  • Zucchero, 2 cucchiai
  • Succo di un limone
  • Liquore al ribes (tipo Crème de Cassis), 1 cucchiaio (opzionale ma... provare per credere)
  • Qualche foglia di menta fresca per decorare
Riscaldare il latte con il miele e la vaniglia. Aggiungere la gelatina ammollata in acqua fredda e strizzata e lasciare sciogliere bene. Immergere il recipiente in acqua fredda perché la miscela s'intiepidisca rapidamente. Montare lo yogurt con la frusta a mano, incorporare il liquore e l'acqua fior d'arancio e unirlo piano piano al latte intiepidito. 
Riempire quattro formine da budino e mettere in frigo per almeno sei ore, meglio per l'intera notte.

Per la composta di mirtilli:
 Prelevare alcuni frutti per guarnire. Mettere tutto il resto in un tegame con due cucchiai di zucchero e il succo di un limone e lasciare cuocere a calore moderato. Non appena inizieranno a emettere il loro succo, spegnere e mettere da parte. Una volta raffreddata la composta, unire il liquore. Servire con i budini, i mirtilli freschi e decorare con foglie di menta (magari più fotogeniche delle mie).

Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi