giovedì 8 marzo 2018

Le crêpes arancia-rum di Robert Linxe




Le crêpes, nel posto da dove vengono, si preparano per la Chandeleur all'inizio di febbraio, e io mi adeguo. Quest'anno me la sono fatta scappare e mi andrebbe nei prossimi giorni di recuperare, il che mi ha fatto notare che la ricetta che preferisco da un po' di tempo non l'avevo mai postata e restava scarabocchiata qua e là. Si tratta delle crêpes di Robert Linxe,  dal suo libro La maison du chocolat, che ho scoperto grazie a Sandra di Le Petrin. Il motivo è presto detto: oltre alla squisitezza del risultato, questa pastella è incredibilmente semplice da preparare e da gestire in cottura. Non so perché, ma a differenza di altri impasti non è necessario ungere esageratamente la crêpière, almeno se è antiaderente, e la ricetta, se preparo un terzo della dose originale, mi permette di ricavare sette-otto crêpes grandi (20 cm.), esattamente quante me ne servono. Nel malaugurato caso che fossero sette, l'ultima si divide.

A seguire la dose originale e, per mia comodità d'archivio, quella che serve a me normalmente.


  • uova, 3                                   (1)
  • latte, 500 ml.                          (180 ml)
  • burro, 100 g.                           (30 g.)
  • zucchero, 20 g.                       (7 g., insomma un cucchiaino)
  •            un pizzico di sale      
  • farina 00, 200 g.                     (70 g.)
  •        buccia grattugiata d'arancia
  • liquore all'arancia, 50 ml.      (15 ml.) 
  • rhum, 20 ml.                          (10 ml.-sarebbe meno ma mi piace tanto).


Fare intiepidire il latte, aggiungere il burro a pezzetti e lasciare che si sciolga, mescolando ogni tanto.
Mettere da parte.
Sbattere leggermente le uova con lo zucchero ed il sale. Versare la metà del latte tiepido e continuare a mescolare. Aggiungere piano piano la farina setacciata, la buccia d'arancia, i liquori e il resto del latte: deve formarsi una pastella omogenea. Coprire e lasciare riposare un'ora.
Cuocere in padella antiaderente leggermente unta per circa un minuto, poi rigirare. Dopo la prima crêpe, non c'è più bisogno di ungere nulla. Impilare le crêpes man mano che sono pronte e coprire con un piatto per mantenerle tiepide e morbide.



Nessun commento:

Posta un commento

Mousse di cocco e vaniglia con frutta esotica (e ingrediente segreto)

Aridaje coi budini, sì? e quindi è meglio se questo lo facciamo precedere da quattro informazioni in più, anche se magari siete capit...