Quatre-quarts ai lamponi e gocce di cioccolato


Questa è una ciambella abbastanza "comoda" da preparare, che si differenzia dal quatre-quarts normale perché prevede la panna al posto del burro. Non è che la modifica la renda esattamente un dolce dietetico, anzi... ma è morbida morbida, con un solo grande difetto: quando si taglia provoca un quantitativo disumano di briciole che si spandono ai quattro punti cardinali e vengono inesorabilmente calpestate. Ma tant'è.
  • 250 g. di farina 00 (#405);
  • 3 uova;
  • 250 g. di zucchero;
  • 250 ml. di panna fresca liquida;
  • 2 cucchiai di rhum, Galliano o Strega;
  • 1/2 bustina di lievito per dolci;
  • 30 g. di gocce di cioccolato;
  • una ventina di lamponi freschi, puliti;
  • una bustina di vaniglia.
Si montano i tuorli d'uovo con lo zucchero e la vaniglia, e gli albumi a parte, con il solito pizzico di sale. Il mio sogno è la bastardella di rame per questa operazione, però costa una barca di soldi, e poi casa mia è un buchino, sembra quella di Barbie che si chiude a valigetta e si porta via: non ci mancano che altri strumenti a cui poi bisognerebbe trovare una collocazione.
Potete anche montare le uova intere, se preferite che il dolce sia più compatto quanto a texture. Quando la massa di uova e zucchero è al punto giusto e "scrive", si incorpora la panna, il liquore e la farina poco per volta, alternando, verso la fine dell'operazione, con gli albumi a neve, dall'alto verso il basso come sempre. Al termine si incorporano le gocce di cioccolato ed i lamponi, dopo averli infarinati perché non vadano giù. Si versa la pasta nello stampo preparato per la cottura e si inforna a 170º, lasciando cuocere per circa 40 minuti.
Peccato che la foto non mostri che un solo lampone, e miserello per giunta... ma era una lotta all'ultimo minuto, altrimenti messer marito non avrebbe lasciato il tempo di documentare per voi il risultato. Pazienza.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi