Kranz al cioccolato e nocciole

Per gli amanti del cioccolato e nocciole, binomio ineccepibile, ecco una mia proposta di variante del Kranz, un dolce sfogliato con dentro uvetta passa. Però, è lungo da preparare, e bisogna iniziare la sera prima. Gli ingredienti sono:
  • 250 g. di farina 0 (#550, Manitoba);
  • 25 g. di farina 00 (#405);
  • 75 ml. di latte;
  • 10 g. di lievito di birra;
  • 90 g. di uova (ca. 1 uovo intero e 1 tuorlo di uova M);
  • 50 g. di burro;
  • 40 g. di zucchero semolato;
  • 4 g. di sale;
  • 1 bustina di vanillina;
  • buccia di limone.
Impastate la farina 0 con il lievito sciolto nel latte e un uovo, poi aggiungete lo zucchero, il resto delle uova, gli aromi, terminando con il sale, il burro ammorbidito e la farina 00. Prendete la pasta, mettetela a riposare in frigo in un recipiente coperto, e buonanotte. Buonanotte nel senso letterale del termine, visto che è ora di andarvene a dormire, ne riparliamo domattina.
Al momento di rimettersi al lavoro, lasciate la pasta fuori dal frigo per un paio d'ore e poi procedete alla sfogliatura, per cui vi serviranno
  • 75 g. di burro;
da inserire in un panetto sottile che chiuderete a pacchetto nel rettangolo di sfoglia ottenuto spianando la pasta. Piegate il pacchetto e lavoratelo come per la normale pasta sfoglia (come, ve lo spiego qui), per un totale di quattro "giri". Se avete da telefonare ad amici cari, che non sentite da tempo, fatelo adesso, perché tra un giro e l'altro avrete da aspettare venti minuti, in cui la vostra sfoglia dovrà rassodarsi in frigo. Al quinto giro, potrete farcire. Intanto dividete la sfoglia in due rettangoli uguali. Poi spalmateli, fino a circa un centimetro dal bordo, con un misto di crema di cioccolato e nocciole e granella di mandorle, noci e nocciole. Potevo dirvi Nutella e basta, ma a me la Nutella in cottura non piace, si secca troppo e non si capisce dove stia il piacere di usarla: ne esistono di tipi più interessanti, quanto al risultato, e più salubri quanto al contenuto. Arrotolate a serpente. Se la pasta si ammorbidisce troppo mettete i rotoli in frigo per una mezz'oretta. Poi posizionate i rotoli uno accanto all'altro sulla teglia coperta di carta forno, fate su ciascun rotolo un taglio per il lungo, senza però arrivare "in fondo", e intrecciateli a spirale; chiudete a ciambella unendo le estremità e lasciate lievitare almeno un paio d'ore. Lucidate con un po' d'albume o di latte e fate cuocere per 35-40 minuti a 200º, controllando. Una spolverata di zucchero a velo e cacao darà il tocco finale!

P.S. Per fare il kranz tradizionale aggiungete all'impasto qualche goccia di aroma arancia, e per quanto riguarda la farcitura utilizzate uno strato sottilissimo di marzapane ammorbidito con un po' di liquore, canditi e uvetta passa, oppure burro e zucchero e canditi misti.Il risultato è più o meno questo (nella foto la forma, che sa più di torta di rose, cambia solo per ragioni di fantasia e capienza dello stampo...)


Commenti

  1. wow ma è favoloso!! lo segno da fare!! complimenti come sempre!

    RispondiElimina
  2. Il tuo blog è molto bello però dovrei farti un appunto per questo dolce sicuramente buono: è un'angelica e non un kranz e, per giunta, la ricetta dell'impasto e la presentazione del secondo dolce sono presi, pari pari, dalla "Torta Kranz" dell'utente Lobster.
    L'ho visto su cookaf....
    Metterlo nelle "creazioni" non mi sembra molto giusto.

    RispondiElimina
  3. Superbo, il tempo che si perde vale la pena per un dolce così bello e buono.
    Mandi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi