Splitterbrötchen

Il panino berlinese per eccellenza: ma attenti ad andarci piano, perché per essere... gesplittert, cioè ben sfogliato, ci vuole qualcosa che lo rende un po' pericoloso...
Procuriamoci della pasta da pane: 250 grammi. Aggiungiamo all'impasto 80 grammi di margarina e due cucchiai di zucchero, e lavoriamolo bene per incorporare il tutto. Teniamo da parte altri 50 grammi circa di margarina, ben fredda (ideale metterla in freezer), stendiamo l'impasto a quadrato, e dividiamoci su la margarina a lamelle. Chiudiamo come per la pasta sfoglia, a busta, e diamo, senza pressare troppo, alcune pieghe proprio con la stessa tecnica. Dividiamo in porzioni; ogni porzione va stesa in un quadratino, e diamo la forma preferita, praticandovi un taglio ed avvolgendolo a fazzoletto, oppure arrotolandolo.
Lasciamo lievitare per un'oretta e poi in forno a 200º fino a cottura: il forno decide lui, e i panini saranno pronti quando saranno ben asciutti.

Commenti

  1. Che bello! Non conoscevo questo tipico pane berlinese, se passo di lì vado subito alla ricerca!

    RispondiElimina
  2. Ma che bello e invitante che è ... e deve essere anche molto buono.
    Mandi

    RispondiElimina
  3. Sei fantastica! Mi piace come scrivi e come lo scrivi e quello che scrivi... e a parte questa ricetta e quella del lievito madre (e tu sai perché), ti adoro per quella torta di mandorle che hai postato...
    Baciiiiiiiii

    RispondiElimina
  4. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  5. Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
    http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
    se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

    RispondiElimina
  6. Hallo Antonella, das Splitterbrötchen sieht einfach Klasse aus. Leider bin ich der italienischen Sprache nicht mächtig und hoffe Du kannst mir auf Deutsch antworten. Kannst Du mir etwas zum Rezept und der Herstellungsart sagen.

    Lieben Dank!
    Paul

    RispondiElimina

Posta un commento