"Donuts'Holes" Muffins (di Re Artù)


I donuts li conoscono tutti, ma i donuts'holes? Sì, perché se ogni ciambella ha un buco al centro,  - presupponendo che tutte riescano col buco - qualcuno dev'essersi chiesto dove andassero a finire le parti di dolce che dovevano occuparlo: e ha pensato bene di utilizzare lo stesso impasto dei donuts per farne palline, e chiamarle appunto "donuts'holes": come a dire, le parti perdute delle ciambelline normali! In California ogni tanto ce ne compravamo un sacchetto...
Nel frattempo anche il nord Europa sta diventando una provincia del grande Impero, e si vede anche da come donuts, cupcakes e simili fanno tendenza. Se dobbiamo riferirci a quelli di Dunkin's Donuts ci rinuncio volentieri, meglio il fai da te.
In questo caso, un interessante compromesso, escogitato dagli infallibili della King Arthur's Flour: muffins al sapore di donuts... che io, proprio per la somiglianza con le palline di cui sopra, chiamo Donuts'Hole Muffins invece che, semplicemente Doughnut Muffins come nell'originale. Caratteristica di base: aroma vaniglia/noce moscata, impasto più consistente, semplicità assoluta e un certo vantaggio, per chi fosse interessato, che deriva dall'evitare la frittura. L'effetto doughnut è garantito dal trattamento finale... e funziona.
Per dodici tortini:
  • 60 g. di burro;
  • 60 g. di olio neutro;
  • 100 g. di zucchero;
  • 70 g. di zucchero di canna;
  • 2 uova L;
  • 1 cucchiaino e 1/2 di lievito per dolci;
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato;
  • 1 cucchiaino di noce moscata;
  • un pizzico di sale;
  • una bustina di zucchero con vaniglia o 1 cucchiaino di estratto liquido di vaniglia;
  • 320 g. di farina 0 (#550, all-purpose);
  • 225 g. di latte.
A differenza dei muffins tradizionali, questi non si preparano con il metodo del "butta giù e scappa": gli ingredienti vanno combinati per benino. Ciò non toglie che la preparazione sia più che rapida. Si parte da burro, olio e zuccheri, da lavorare bene a crema, aggiungendo poi le uova (e si va avanti per un paio di minuti), lievito e bicarbonato con gli aromi (idem), e per finire la farina alternata con il latte, avendo cura d'iniziare e finire sempre con la farina. L'impasto dev'essere ben amalgamato, dopo di che potremo riempire per 3/4 gli stampini (meglio se non sono di silicone, i miei lo sono e sto pensando seriamente di tornare all'antica) e cuocere i muffins a 220 gradi per 15-17 minuti.
Quando saranno pronti, ecco il trucco finale: vanno spennellati con burro fuso e passati in una miscela di zucchero e cannella. Sono pericolosi, perché dopo il primo non vi fermate più, però in fondo esistono americanate molto peggiori...

Commenti

  1. che buoni,sono semplicemente deliziosi..complimenti

    RispondiElimina
  2. Ciao! complimenti per le tue ricettuzze! Hai mai pensato che un blog con una bella grafica, potesse attirare più visitatori? Io realizzo per te templates completi (header, loghi, timbri per foto, banner, sfondi, divisori, bottoni, banner animati e quant' altro), personalizzati, seguendo attentamente le vostre richieste! Il mio aiuto costa veramente pochissimo, a partire da 2 euro in su! se ti interessa, o vuoi un preventivo contattami all' email

    krisfits@hotmail.it

    Per vedere le mie creazioni e saperne di più sul template visita il mio blog:

    http://latelierdeitemplates.blogspot.it/
    Se volete aiutarmi a farmi conoscere, copiate e incollate il bannerino qua sotto con il collegamento al mio blog.

    Ve ne sarò enormemente grata! ^.^

    E chissà magari potreste vincere nei sondaggi festivi un Timbrino gratis!
    Buona giornata
    Cristina ^.^

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Biscotto materano da latte

Giammelle d'uova, alias: savoiardo giulianese

"Pasticciotti" natalizi